Skip to main content
efficenza energetica 6276727a

L’Energy Manager dà un taglio alle tue spese 

Hai mai sentito parlare della figura dell’Energy Manager? Si tratta di un professionista che darà un taglio alle tue spese!

Abbiamo deciso di dedicare un approfondimento alla figura dell’energy Manager perché il testo finale della Direttiva Europea sulle Prestazioni Energetiche degli Edifici (EPBD, Energy performance of buildings directive), che sarà varato probabilmente entro il 2025 e richiederà interventi di ottimizzazione energetica. Quindi, per farla semplice: l’energy Manager sarà un consulente molto richiesto, necessario per aiutarti a capire quali interventi di efficientamento energetico fare e come compierli.

Che cosa fa un Energy Manager

L’Energy Manager è una figura professionale  certificata, che aiuta nelle gestione dell’energia imprese e degli enti, pubblici o privati.

L’Energy Manager deve:

– analizzare

– monitorare

– ottimizzare

In questo modo garantisce a chi si affida a lui: benefici economici, energetici, ambientali e l’ottimizzazione energetica nella produzione di beni e servizi.

Come fare la riqualificazione di un edificio?

Questa domanda si presta a molteplici risposte, perché sono tanti i fattori da prendere in considerazione.

Se si vuole riqualificare un edificio il consiglio è – come detto sopra – di affidarsi all’Energy Manager che darà un taglio alle tue spese , aiutandoti a fare le scelte giuste.

Ma come scegliere/trovare un valido Energy Manager?

Con l’arrivo della direttiva UE “Case Green”, molte società specializzate in efficientamento energetico, tra cui la nostra BM Impianti, hanno studiato dei pacchetti di consulenza per aiutare imprese e privati nella riqualificazione.

In questo modo non ti affidi “alla cieca” a un Energy Manager, ma elabori un piano ben strutturato nel tempo e senza costi imprevisti.

Per richiedere la consulenza di un energy Manager di BM Impianti ti basta cliccare qui e contattaci.

A seguire alcuni interventi di cui il tuo edificio potrebbe aver bisogno, a partire dal 2025, per adeguarsi alla direttiva europea per gli immobili Green.

Classe energetica (APE) ed efficientamento

La classe energetica degli edifici è un dato che consente di comprendere quali sono i consumi energetici delle varie abitazioni.

Ecco i criteri, secondo cui, viene assegnata una classe energetica:

i materiali di costruzione,

•             la tipologia di infissi,

•             l’impianto di riscaldamento,

•             la produzione di acqua calda,

•             il sistema di illuminazione.

È importante sapere quali sono i parametri che influenzano il calcolo. Per stabilire la classe energetica di un edificio si valuta:

•             la geometria e l’esposizione dell’immobile

•             la tipologia degli impianti;

•             la presenza di impianti dotati di ventilazione meccanica.

Ecco alcuni degli interventi che possono migliorare la classe energetica di un edificio:

•             coibentazione dell’edificio con il cappotto termico,

•             installazione di nuove caldaie a condensazione,

•             sostituzione degli infissi,

•             installazione del fotovoltaico.

APE è l’attestato di prestazione energetica che indica le caratteristiche energetiche di un immobile: è un documento obbligatorio e deve essere emesso da professionisti certificati.

Per indicare le diverse classi energetiche, si va da A4, che indica la classe energetica più performante, alla classe G, che è la meno performante. Ogni classe energetica è associata a un punteggio che va dal 10, associato alla classe più efficiente, fino all’1 della classe energetica G. Come ovvio, più la classe energetica è bassa, maggiori saranno i consumi (quindi i costi energetici) dell’abitazione.

❌ Le abitazioni di classe energetica E rappresentano la maggior parte degli immobili presenti oggi in Italia che sono stati realizzati tra gli anni ’70 e ’90.

❌ Gli edifici di classe energetica D sono abitazioni relativamente recenti che, a differenza delle abitazioni di classe energetica E, dispongono di un migliore isolamento termico. In queste case i muri esterni sono stati ispessiti ed è stata resa migliore la coibentazione del tetto.

Il valore Ep indica l’indice di prestazione energetica. Ep corrisponde all’energia totale consumata dall’edificio climatizzato per metro quadro di superficie ogni anno.

L’APE ha una validità di 10 anni.

In vista dell’attuazione della direttiva UE, prevista nel 2024/2025, si ipotizza che in Italia molti immobili potrebbero perdere l’attuale valore di mercato se non adeguatamente ristrutturati.

Conclusioni

BM Impianti ti può aiutare a costruire e sviluppare un progetto di efficientamento energetico. La nostra Azienda è attiva dal 1976 e ci occupiamo di servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione impianti elettrici e tecnologici a 360°.

Ti metteremo a disposizione un Energy Manager per una consulenza (gratuita!), ovvero un esperto in ottimizzazione energetica. Contattaci per non perdere questa occasione, o semplicemente se hai domande sull’efficientamento energetico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *